Scorci di terra bergamasca Italiano English
Attualità

01/06/2021 - Rifiuti - cosa cambia con il nuovo decreto n. 116/2020


358
Il D.Lgs n. 116/2020 - modificando il D.Lgs. n. 152/2006 (Codice dell'Ambiente) - interviene con misure che prevedono obblighi immediati, altre che entreranno in vigore successivamente ed altre ancora che prevedono delle misure attuative.

Le novità si applicano a:
- Registro cronologico di carico e scarico
- Trasporto dei rifiuti e Formulario
- Rifiuti Urbani

Nel documento a fianco il dettaglio completo delle novità introdotte dalla nuova normativa
-Risorse interne
Scheda analitica
Link esterni
Testo Gazzetta Ufficiale
358
torna all'inizio...

01/06/2021 - SIAE – proroga dei pagamenti


359
A causa del protrarsi della pandemia e della relativa crisi economica, con circolare 190 del 4 marzo 2021, SIAE accoglie le richieste delle Associazioni di Categoria orientate al sostegno alle attività commerciali modificando i termini di rinnovo e le riduzioni sugli abbonamenti annuali di Musica d'Ambiente come segue:


SETTORI NO FOOD (es. retail, artigiani, parrucchieri, centri commerciali, ecc…):

– termine rinnovo differito al 30 giugno 2021;

- riduzione del 5% dell'importo per diritto d'autore (da conteggiare sulla cifra complessiva, alla quale poi togliere lo sconto associativo).


SETTORE ALBERGHIERO ED EXTRA ALBERGHIERO (es. hotel, alberghi, campeggi):

– termine rinnovo differito al 30 giugno 2021;

– riduzione forfettaria del 32,5% (già riconosciuta nel 2020);

– per le strutture che hanno sospeso totalmente l'attività, l'importo da erogare a Siae verrà computato sulla tariffa standard per il solo periodo di eventuale apertura nel corso del 2021. Questo beneficio non vale in caso di apertura intermittente (es. solo weekend);

– riduzione dal 20% al 10% della maggiorazione sugli abbonamenti mensili (max. 2 mensilità consecutive), a valere sulla tariffa standard.


PUBBLICI ESERCIZI CON SOMMINISTRAZIONE ALIMENTI E BEVANDE (es. bar, ristoranti):

– termine rinnovo differito al 30 giugno 2021;

– riduzione del 15% dell'importo per diritto d'autore (da conteggiare sulla cifra complessiva, alla quale poi togliere lo sconto associativo).


ATTIVITÀ DI RIVENDITA DI GENERI ALIMENTARI - FOOD

– termine rinnovo rimane il 30 aprile 2021;

– nessuna riduzione prevista.


PALESTRE, PISCINE, CORSI DI DANZA E GINNASTICA, CIRCOLI RICREATIVI, TEATRI, SALE DA GIOCO, ECC.

Per le attività per le quali i vigenti provvedimenti per il contenimento nella diffusione epidemiologica hanno disposto, indipendentemente dal fattore di rischio assegnato alle diverse Regioni, la chiusura sull'intero territorio nazionale, l'importo dell'abbonamento per musica d'ambiente sarà calcolato sulle mensilità intercorrenti dalla cessazione dei divieti fino alla fine dell'anno solare, conteggiato secondo le tariffe standard.


CANONE SPECIALE RAI

Gli importi del canone speciale 2021 (TV e Radio) non hanno subito variazioni rispetto a quanto stabilito per il 2020, né nell'importo né nelle modalità di pagamento. Scadenza prorogata al 31 marzo 2021.


DIRITTI SCF

• ESERCIZI COMMERCIALI: scadenza prorogata al 30 aprile 2021;

• PUBBLICI ESERCIZI – STRUTTURE RICETTIVE – ACCONCIATORI ED ESTETISTI: scadenza 31 maggio 2021 (per ora nessuna proroga)
-Risorse interne
Scheda analitica
359
torna all'inizio...

28/05/2021 - Contributo a fondo perduto - Decreto Sostegni


361
Il Decreto Sostegni (Art. 1, DL n. 41/2021) ha introdotto un nuovo contributo a fondo perduto a favore dei soggetti titolari di partita IVA. I contribuenti che hanno i requisiti (specificati più avanti) possono richiedere il contributo mediante la presentazione di un'istanza telematica accedendo tramite il portale dell'Agenzia delle Entrate "Fatture e Corrispettivi" o tramite il proprio intermediario abilitato. Le domande possono essere presentate a partire dal 30/03/21 e non oltre il 28/05/21. Nel caso in cui intendiate richiedere il contributo tramite Unione Artigiani, vi chiediamo di inviarci il modulo di incarico allegato non oltre il 09/04/2021. Il contributo spetta ai soggetti titolari di partita IVA, residenti o stabiliti in Italia: 1) che svolgono attività d’impresa/arte/professione o lavoro autonomo; 2) qualsiasi sia l’attività esercitata, analogamente al contributo del “Decreto Rilancio” di cui all’art. 25, DL n. 34/2020, c.d. ed a differenza del c.d. “Decreto Ristori” (DL n. 137/2020); 3) in presenza di un calo di almeno il 30% del fatturato/corrispettivi 2020 rispetto a quelli 2019. Soggetti a cui non spetta: 1) soggetti la cui attività risulta cessata al 23.3.2021; 2) soggetti che hanno attivato la partita IVA dal 24.3.2021; 3) Enti Pubblici art. 74, comma 2, TUIR; 4) intermediari finanziari / società di partecipazione art. 162-bis, TUIR.
-Risorse interne
Incarico
361
torna all'inizio...