Scorci di terra bergamasca Italiano English Area Riservata

PEC: la raccomandata elettronica

PEC, acronimo di Posta Elettronica Certificata, è una delle ultime novità nei sistemi di comunicazione: questo strumento permette di utilizzare i messaggi e-mail come una tradizionale raccomandata con ricevuta di ritorno, così da conferire valore legale alle comunicazioni via web.

Tra le motivazioni a sostegno della PEC ne risultano evidenti due: una squisitamente economica poiché i costi della mail sono sicuramente inferiori a quelli di una raccomandata A/R e l’altra di ordine amministrativo - legale poiché il messaggio è rintracciabile e opponibile verso terzi.

Il decreto “Anti Crisi” (DL 185/2008 convertito con legge 2/2009) ha previsto l’obbligo, per le società (di capitali e persone), i professionisti iscritti in Albi o elenchi e le Pubbliche Amministrazioni, di dotarsi di una casella di posta elettronica certificata.

L'art 5 comma 1 del Decreto Legge 18 ottobre 2012, n 179 ha esteso alle imprese individuali l'obbligo di comunicare il proprio indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC).

Dal 20 ottobre 2012, tutte le domande di nuova iscrizione di impresa individuale devono obbligatoriamente contenere l'indirizzo di Posta Elettronica Certificata; le imprese individuali già iscritte al Registro Imprese sono tenute a depositarlo entro il 30 giugno 2013.

I mittenti e i destinatari (pubblici e privati) che intenderanno fruire della PEC dovranno rivolgersi ad uno dei gestori riconosciuti, i quali divengono garanti della spedizione e della consegna del messaggio. È importante notare che la garanzia della comunicazione riguarda invio e consegna del messaggio escludendo quindi la lettura dello stesso: infatti, un messaggio si intende spedito dal mittente se inviato al proprio gestore e si intende consegnato al destinatario se reso disponibile all’indirizzo elettronico da questi dichiarato, nella casella di posta elettronica del destinatario messa a disposizione dal gestore. Affinché l’invio dei documenti mediante PEC abbia valore legale è necessario che sia il mittente sia il destinatario utilizzino una casella PEC valida di cui sono titolari.

Ribadiamo quindi l'importanza del fatto che la PEC, in quanto strumento di comunicazione tra Pubbliche Amministrazioni e i titolari di PEC, venga presidiata, cioè sempre controllata.

Unione Artigiani ha stipulato un accordo con gestori PEC per poter fornire a ciascuna impresa associata il proprio indirizzo di mail certificata. Unione Artigiani, direttamente tramite i propri esperti, fornisce assistenza e consulenza sin dalla creazione dell'indirizzo PEC ed attraverso tutta la fase di configurazione e personalizzazione fornisce gli strumenti per poter gestire ed utilizzare al meglio l'indirizzo certificato comodamente da qualunque postazione internet.

Ricordiamo che, rinnovando la quota associativa, la PEC fornita da Unione Artigiani viene automaticamente mantenuta attiva.